Lorem ipsum ad his scripta blandit partiendo, eum fastidii accumsan euripidis in, eum liber hendrerit an. Qui ut wisi vocibus suscipiantur, quo dicit ridens inciderint id. Quo mundi lobortis reformidans eu, legimus senseritdefiniebas an eos. Eu sit tincidunt incorrupte definitionem, vis mutat affert percipit cu, eirmod consectetuer signiferumque eu per. In usu latineequidem dolores. Quo no falli viris intellegam, ut fugit veritus placeratper. Ius id vidit volumus mandamus, vide veritus democritum te nec, ei eosdebet libris consulatu.

LA SICILIA OCCIDENTALE Idea di un pensiero incontrovertibile che non può essere negato ne dagli uomini ne dagli dei, ne dal mutare dei tempi e dei costumi è quella parte della Sicilia espressione di tutto l'occidente. Lo testimonia la sublime Selinùs (Selinunte) antica città greca sita sulla costa sud-occidentale dell'isola, I ruderi a farla grande, si trovano sul territorio del comune di Castelvetrano, nella parte meridionale della provincia di Trapani. Lo conferma l’antica città fenicia, sita sull' isola di San Pantaleo, nello Stagnone di Marsala , l'incantevole Mothia (Mozia), centro morfologicamente simile alla città fenicia di Tiro , splendore di bellezza Incontaminata è stata interessata dalle esplorazione dei mercanti navigatori. Situata a forma di anfiteatro sul mare a mezzogiorno della Sicilia, appare superba Sciacca nel suo esser Signora e Governatrice come si evince dal nome saraceno Xech. A 200Km dalle coste Tunisine affacciata sul Mediterraneo, protetta da inespugnabili mura normanne nel centro storico, dai tratti tipici dei quartieri ad impianto urbanistico islamico pulsa il cuore di Mazzara del Vallo. Conosciuta come la città del sale, denominata città tra due mari, Trapani posizionata nel promontorio dell'antica Drèpanon bruciata dal sole, si erige guardiana della sovrastante Eryx (odierna Erice). Nella parte occidentale del golfo di Castellammare, nella penisola di San Vito lo Capo affacciata sul Tirreno tra Castellamare del Golfo e Trapani vive uno dei pochissimi tratti di costa della Sicilia vera non contaminata La Riserva dello Zingaro. Sola ,incontrastata nella sua indiscutibile bellezza, una antica città fondata dagli Elmi sul monte Barbaro, Segesta, ci accoglie in tutta la sua storicità rappresentata dall'imponente tempio in stile dorico.

TAORMINA E' riferendoci ad uno dei principi fondamentali della scuola Eleatica , “ l'essere è unico, indivisibile, innato, immortale ed immutabile” che possiamo definire TAORMINA . Al principio di uno stimolo abbiamo una sensazione, più tardi un passaggio graduale dalla sensazione all' immagine , ed in fine all' immagine pura , dove la sensazione diviene il risultato dell’ impatto fra la stessa e lo spirito nella sfera dell’ io artistico , dove la divina posizione, l' imponente aspetto, la maestosità con cui si erge arroccata su di una altura , il tono fraterno delle genti che la hanno eretta e vissuta, sono la cronologia con cui le sensazioni che hanno inizio da quell' evidente stimolo fanno si che il viaggiatore, il turista , il visitatore si lasci immergere inebriato nella storia, confondendosi coi segni di incontro di tutte le maggiori civiltà del mediterraneo. Meta di un turismo di elite, molto esigente, alla ricerca di luoghi unici , Taormina si pregia delle lodi di viaggiatori dall' insuperabile intelletto come Johann Wolfgang Goethe che vi giunse nel 1787 o artisti di livello planetario come il Prussiano Otto Geleng che nel 1864 la scelse come luogo di residenza, ritraendola in tutte quelle sue unicità che la contraddistinguono da qualsiasi altro luogo, erigendola a città senza limiti di bellezze. Per dare al visitatore il modo sereno di vivere un'esperienza unica ecco alcune bellezze : • Teatro Greco-Romano • Odeon • Palazzo Corvaia • Palazzo di Santo Stefano • Naumachia • Cattedrale • Il giardino botanico • Casa Cuseni • Isolabella

LA SICILIA SCONOSCIUTA SULLE ORME DEL PADRINO La Sicilia sconosciuta territorio di straordinaria bellezza geografica, è scrigno della maggior parte del patrimonio culturale e artistico del mondo, generosa al punto di donare allo stesso, tutte le sue straordinarie potenzialità, divenendo anche set di numerosi film di grande successo, come Il Padrino di Francis Ford Coppola 1972 e La vita rubata (2007) . Girati a Savoca , borgo arroccato sopra un colle bivertice roccioso, città d'arte, è inserita nel novero dei borghi più suggestivi d'Italia, conserva, nel suo territorio, antiche vestigia di origine medioevale, rinascimentale e barocca. Con il nome di “Vicum Agrillae”, parte del comprensorio della Valle d'Agrò , Forza d'Agrò è un terrazzo sul mare Jonio, da dove è possibile ammirare la costa da Messina a Siracusa, l'incantevole baia di Giardini Naxos, la pensierosa Taormina , l'affascinante Castelmola non che, l'imponente virilità dell'Etna.